Luigi Sacco nel 1955
Luigi Sacco
Cronologia di Luigi Sacco
Pubblicazioni - Mappa del sito

DataEvento
1883-08-01Nasce ad Alba da Giovanni Sacco e Fortunata Fumero
1901-09-03Entra alla R.Accademia Militare dell'Artiglieria e del Genio di Torino.
1904Esce dall'Accademia come primo classificato con medaglia d'oro.
1904-08-01Sottotenente dell'Arma del Genio nella scuola di Applicazione d'Artiglieria e Genio.
1906-09-01Tenente del Genio Minatori.
1907-09-19Passa al Genio Radiotelegrafisti (Sezione R.T. della Brigata Specialisti del Genio).
1908-12-28Terremoto di Messina: è inviato a prestare soccorso; per l'opera prestata in questa occasione riceve una medaglia commemorativa il 20 gen 1911.
1910Insegnante nell'Istituto Radio del Regio Esercito.
1911-10-09Parte per Tripoli come come comandante della compagnia radio del corpo di spedizione in Tripolitania; esperimenti r.t. con Guglielmo Marconi.
1912
1913
In Libia organizza uno dei primi servizi regolari di radiotelegrafia campale militare nel mondo.
1913-01-02Promosso Capitano.
1914-01-15Rientra definitivamente in Italia.
1914-10-14Sposa Cecilia Torre di S. Salvatore Monferrato.
1915-06Dopo l'entrata in guerra dell'Italia è trasferito a Firenze.
1915-06-22È trasferito presso lo Stato Maggiore a Udine, e subito destinato a una missione in Francia.
1915-07-01In missione al Gran Quartiere Generale Francese a Chantilly per accordi sulle intercettazioni RT e sulla decrittazione dei messaggi.
1915-10-05Passa da Udine a Codroipo a dirigere l'ufficio RT di Codroipo, servizio di radio-intercettazione, radiogoniometria e in seguito anche crittografia del Comando Supremo Italiano.
1916-03Comincia ad allestire un primo nucleo di ufficio crittografico decrittando diversi messaggi austriaci e tedeschi.
1916-11-02Lasciato il comando dell'ufficio RT di Codroipo, arriva a Roma per dirigete un vero e proprio ufficio crittografico nell'ambito del Servizio Informazioni dello stato maggiore.
1916
1918
Decritta vari cifrari tra i quali il cifrario diplomatico, e quello navale dell'Impero Austro-Ungarico.
1917-04Promosso Maggiore.
1918-05Promosso Tenente colonnello, per meriti eccezionali.
1919Direttore dell'Officina Militare delle Trasmissioni.
1925Scrive le "Nozioni di crittografia" per uso interno dell'esercito.
1927Promosso Colonnello.
1925Pubblica le "Nozioni di crittografia".
1935Promosso Maggiore Generale; diviene Capo del Reparto Trasmissioni nella Direzione Superiore Servizio Studi ed Esperienze del Genio.
1936Pubblica il "Manuale di crittografia", divenuto un classico della letteratura crittografica, e tradotto in francese ed inglese.
1939Promosso Tenente Generale (massimo grado allora raggiungibile nell'arma del Genio)
1939È destinato al Consiglio Nazionale delle Ricerche (Centro Radio "G.Marconi") presso il quale dirige una serie di Importanti ricerche sulla propagazione delle onde ultracorte
1941Progetta (e brevetta) una macchina cifrante, la cui costruzione è affidata alle off. Nistri di Roma; la macchina va purtroppo perduta per eventi bellici prima di poter essere usata.
1943-07-31Delegato del Ministero della Guerra nel Direttorio del C.N.R.
1943-08-01Collocato a riposo per raggiunti limiti di età.
1947Partecipa come plenipotenziario italiano alle conferenze di Atlantic city.
1947Nuova (e ultima) edizione del Manuale di Crittografia.
1948-10
1949-04
È presidente della delegazione italiana alla conferenza di Città del Messico sulla distribuzione delle radiofrequenze.
1958Pubblica l'ultima edizione di Un primato italiano: la crittografia nei secoli XV e XVI
1970-12-05muore a Roma dopo lunga malattia.


Valido HTML 4.01!